Cos’è un metro? Unità di misura delle superfici, dello spazio. Pizza al metro. Metro quadro di una casa, di un locale. Dei volumi, il metro cubo. Per uscire dallo spazio bidimensionale di uno schermo. Il metro di paragone. Metro di giudizio. Le opinioni che ci facciamo della società. La misura del verso poetico. Il piede, con cui entrare nell’arte.
Quante volte abbiamo sentito questa parola in questi mesi.
Perché l’importante è stare distanti un metro dagli altri.
E quanto ci siamo allontanati da noi stessi?
Per chi sente il bisogno di parlarne, di confrontarsi, di ritrovarsi, di riaffermare la propria presenza in un mondo a tre dimensioni, Associazione Culturale Jaya e Associazione Culturale Samà propongono un calendario di attività che partono da questo momento storico, con uno sguardo in avanti, per ripartire con una nuova prospettiva.
 
METRO è un progetto partecipativo per la cittadinanza di Bologna e per chi desidera visitare e conoscere la città con un approccio differente.

 
RIFLESSIONI | 8-19 giugno 2020 | gratuito con prenotazione obbligatoria
 
Riflettere insieme su quanto abbiamo vissuto in questi mesi, guardarsi allo specchio, guardarsi dentro, rifletter-si. E condividerlo con gli altri. Una settimana di incontri di un’ora ciascuno per rompere le barriere del silenzio, dell’isolamento. Per riappropriarci della nostra voce anche se dietro una mascherina. Appuntamenti quotidiani nel verde dove incontrarsi e ritrovarsi, in modo informale e sicuro. Per ogni incontro potremo accogliere 10 partecipanti.
 
CALENDARIO:
Lunedì 8 giugno ore 19 | Parco 11 Settembre 2001
Martedì 9 giugno ore 19 | Parco Villa Angeletti
Mercoledì 10 giugno ore 19 | Giardini Margherita
Giovedì 11 giugno ore 19 | Parco di Villa Spada
Venerdì 12 giugno ore 19 | Giardino Parker Lennon
Domenica 14 giugno ore 18.30 | Parco Cavaioni
Mercoledì 17 giugno ore 19 | Giardini Margherita
Venerdì 19 giugno ore 19 | Montagnola
 

PRATICHE | Respiro, Pelle, Occhi | dal 24 giugno al 29 luglio
 
Settimanalmente, due ore o poco più di pratiche corporee per approfondire tre temi che hanno contraddistinto fortemente il periodo che abbiamo attraversato, in una prospettiva condivisa tra discipline (yoga, teatro fisico, tecniche somatiche, danza indiana Bharatanatyam e tecniche teatrali). Partendo dalla concretezza dall’organo o funzione del corpo relativa, nel corso dei 6 appuntamenti, gli iscritti sperimenteranno l’incontro e il dialogo tra pratiche tra loro apparentemente molto differenti. Per ogni incontro potremo accogliere tra i 6 e i 15 partecipanti.
 
Respiro | 24 giugno e 1° luglio: sensazione di annegamento, mancanza di ossigeno, immagini che tolgono il fiato, un virus che si trasmette per via respiratoria. Parole chiave di questi mesi e che forse hanno inciso su come è cambiato di fatto il nostro modo di respirare.
 
Pelle | 8 e 15 luglio: non potersi toccare il volto, non potere abbracciare, non potere stringere la mano ai propri cari in ospedale. L’epidermide è diventata una barriera che ci ha protetto ma anche isolato, un confine invalicabile che ora deve gradualmente aprirsi, mutare, nel senso appunto di cambiar pelle.
 
Occhi | 22 e 29 luglio: guardarsi attraverso uno schermo, relazionarsi a distanza, con il volto protetto dai diversi dispositivi. I nostri occhi sono diventati le nostre mani e le nostre bocche, ma ampliare il nostro orizzonte è ancora difficile come pure guardare alle cose con occhi altrui.
Gli incontri verranno condotti da:
Anna Albertarelli (teatro fisico, tecniche somatiche)
Giuditta de Concini (teatro danza indiano Bharatanatyam)
Sara Giordani (yoga, tecniche somatiche)
Alessandro Tampieri (tecniche teatrali)
Ogni pratica verrà co-condotta da due insegnanti.
 
costo di ogni singolo modulo: 45€
costo di tutto il laboratorio: 120€
(tessera associativa e copertura assicurativa incluse)
 
per informazioni e prenotazioni: metrobologna2020@gmail.com
 

Tutto sarà svolto solo in ottemperanza ai decreti ministeriali e alle direttive locali per la salute delle persone.