Jaya nasce nell’estate del 2012, a Bologna, inaspettatamente sotto il segno del cancro.
É un associazione culturale concepita da quattro donne che, dopo un anno di lavoro insieme all’interno dell’associazione Mudra, hanno deciso di sperimentarsi in una nuova dimensione.
Jaya in sanscrito significa vittoria, ma è anche il grido di esultanza estatica dei pellegrini e dei devoti, che inneggiano ora a una divinità, ora alla vita stessa.
L’associazione è basata sui principi di consapevolezza, partecipazione e libertà, e ha tra le sue finalità specifiche la diffusione di pratiche per la ricerca della consapevolezza e del benessere individuale e sociale anche attraverso lo scambio tra culture e l’espressione artistica e creativa.
Per il suo primo anno di attività, Jaya è stata accolta in due luoghi molto speciali: la Casetta dei Colori, nel verde del parco della Montagnola e la Stalla delle Meraviglie AICE, in via Garavaglia.
Settembre ha visto così fiorire corsi e incontri di Danza Indiana Bharata Natyam, Yoga Kundalini, Yoga Sivananda, percorsi di formazione attorno alla Danza Musico Terapia e giornate aperte di pratica, scambio, doni, delizie e duro lavoro.

Oggi Jaya coinvolge molte persone nelle proprie attività e iniziative, ospita insegnanti esterni nei propri spazi, collabora stabilmente con altre associazioni culturali e coinvolge artisti e musicisti per i propri eventi.